Tra le ossa della cassa toracica
ho un nido
non ditelo in giro
ma sento battere sul guscio
a volte sento pigolare
chiedere aiuto
qualcosa che ha fame
un frullo d’ali
qualcuno che si sporge
più in là del consentito
ho paura che cada
che perda l’equilibrio
poi lungamente si acquieta
e dorme, dorme un
cuore uccello, cometa.
Silvia Vecchini

La scrittura autobiografica è uno strumento di narrazione di sé che promuove una maggiore consapevolezza e conoscenza. Utilizzata per sé e con i ragazzi, anche in contesti scolastici, permette di fare contatto con emozioni, ritrovare memorie e riconoscersi reciprocamente. Il laboratorio condurrà i partecipanti nelle stanze dell’adolescenza sostandoci un po’, ritrovando volti e risate, innamorandosi di sé o facendo pace con quello che, per tutti, è stato ed è il periodo di crescita più tumultuoso. Il mezzo di trasporto sarà la parola scritta, che si offrirà sotto varie forme, registri narrativi e tecniche creative di emersione, in libertà. Alla fine del viaggio, i partecipanti saranno probabilmente un po’ più vicini ai loro studenti ed attrezzati con uno zaino pieno di parole e di modi per farle uscire..

Quando: Mercoledì 22, 29 settembre e 6, 13 ottobre ore 17.30 – 19.30

Dove: Casetta Parcheggio Ex Pattinodromo, Viale Fratelli Cairoli, Treviso

Formatore: Cecilia Zuppini Consulente autobiografico LUA

“La sessualità è un linguaggio.
È il linguaggio che manifesta tutta la persona.
Essendo un linguaggio umano si esprime con gesti, parole, emozioni, azioni, insomma con tutto ciò che riguarda l’espressione interiore ed esteriore della persona.
Come ogni linguaggio, necessita di essere conosciuto, approfondito, padroneggiato, condiviso.”
Ezio Aceti e Stefania Cagliani

.

Nel contesto contemporaneo, gli adulti rivestono un ruolo fondamentale nel trasmettere consapevolezza rispetto all’importanza che riveste la sfera affettivo-sessuale nella formazione dell’identità personale.

Educare è un fatto relazionale, che si sviluppa nell’incontro di due persone: una adulta, con un certo bagaglio di esperienze e conoscenze, l’altra in crescita, con tanti bisogni educativi ed un’identità da costruire.

Gli incontri saranno un’occasione, per gli insegnanti, per confrontarsi ed acquisire strumenti utili per un’educazione emotivo-affettiva permanente a scuola.

Quando: Mercoledì 10 e 17 novembre ore 17.30 – 19.30

Dove: Casetta Parcheggio Ex Pattinodromo, Viale Fratelli Cairoli, Treviso

Formatrice: Sara Pellizzari Educatrice professionale, consulente familiare ed esperta in educazione alla sessualità

LABORATORI GRATUITI SU ISCRIZIONE
POSTI LIMITATI
Per info: Progetto Giovani Treviso
www.progettogiovanitv.it
spaziogiovani@progettogiovanitv.it